giovedì 22 aprile 2010

La Dea triplice


Quasi tutti gli uomini sono convinti che il divino sia una forza prevalentemente maschile, e che la spinta creatrice e distruttrice della natura sia messa in atto da un Dio giudice e misericordioso allo stesso tempo. Le maggiori religioni monoteiste del pianeta in realtà vorrebbero adorare la parte maschile della Dea ,identificato in El , o biblicamente parlando nell' Arcangelo Michele.
Entrando nel dettaglio, quello che in realtà adorano è un Dio fasullo, un 'enorme forma-pensiero o larva di origine umana a cui viene dato un volto maschile. Si tratta di quel "Dio" in nome del quale l'uomo ha compiuto e continua a compiere stragi , guerre . Un falso Dio che si nutre dell'energia liberata dal conflitto. Io la chiamo "la larve delle larve". Si sposta nei secoli e attecchisce principalmente nelle religioni monoteiste che per loro natura donano energia ad un unico soggetto.
C'è un 'altro aspetto terribile delle religioni moderne : il fatto che abbiano completamente rimosso il concetto femminile della divinità.
Cosi come El è la parte centrale , maschile e razionale della Dea, agli estremi si trovano Gaia ,la forza generatrice ,il puro amore, o biblicamente parlando l'arcangelo Gabriele (notare come il lato femminile nella Bibbia venga adeguatamente camuffato in quello maschile), e Sophia o Hel (Morrigan) , la forza distruttrice essenziale per mantenere l'equilibrio sulla terra (Diavolo,Lucifero,sebbene anch'essa sia una forza femminile, viene battuto dall'Arcangelo Michele, un' allegoria della vittoria del bene sul male). Ognuno di questi aspetti ha una creatura che lo rappresenta metaforicamente: El è il leone , Gaia è la balena , Sophia è il falco o l'aquila. Come tali essi hanno corrispettivi negli elementi. Gaia è principalmente acqua, El la terra, Sophia l'aria ed il fuoco come derivazione diretta dall'aria.
La triade è un concetto che si ritrova praticamente in ogni religione, e spesso e volentieri le figure femminili vengono trasformate in divinità maschili, in altri casi tale principio viene completamente sviato dal suo significato primario o racchiuso e nascosto in simboli (come il triskele).
Nell' induismo abbiamo Brahma , Vishnu e Shiva ,quest'ultimo spesso accompagnato dalla sposa Parvati ,tanto che a volte vengono fusi in un' unica entità ermafrodita (Lucifero).
Due figure antiche che sintetizzano in maniera poco distorta la verità sono la divinità Ecate ,la dea dalle tre facce (giovane ,adulta, e vecchia) e la dea triplice celtica Brigit.
Sulla base di questo si può affermare che la quasi totalità dei culti è basata su notizie volutamente filtrate e modificate e che Dio non è né maschile né femminile, ma è sicuramente più "donna " che "uomo" come tipologia di forze.
La nostra società ,dall'avvento del Cristianesimo e dell' Islam , ha il suo centro gravitazionale nel maschile. La religione è stato il primo passo della casta volto a manipolare la società in favore del sesso maschile (i leader spirituali e politici sono quasi tutti uomini, condizione che permane ancora oggi).
Il potere della donna è stato soffocato ,e finchè non si riconoscerà in Dio il femminile la società non potrà evolversi in senso moderno. L' umanità non potrà mai essere atea ,per cui andrebbero rivisti i concetti su cui si fondano tutte le religioni.
Sapendo afferrare tutti i lati della Dea, viene facile comprendere come il Bene e il Male siano in realtà parte di un'unica entità e che tali forze devono essere mantenute in equilibrio. Il "male" può essere identificato con tutti quei fenomeni naturali distruttivi che ultimamente sembrano in aumento .Tuttavia le catastrofi naturali (quando avvengono per mano della Dea) non sono mai una punizione, ma un ripristino della normalità.

5 commenti:

  1. Molto interessante, grazie.. =)
    Ciao Simona

    RispondiElimina
  2. Grazie a te di aver letto!:)

    RispondiElimina
  3. lisis stiamo tutti aspettando qualche nuovo argomento!! =) scherzo fai con calma. =) ciao ciao Simona

    RispondiElimina
  4. Ciao, come sempre quando leggo di Michele, mi si drizzano le orecchie.
    Faccio un giro sul tuo blog, ci sono argomenti descritti con naturalezza , mi piace.
    Ciao, Drago.

    RispondiElimina
  5. @simona:presto arriverà :)

    @drago, grazie mille !!

    RispondiElimina